PLASTIC PLANET

PLASTIC SEA

PLASTIC LAND

  • Plastic Land-2
  • Plastic Land-3
  • Plastic Land-4
  • Plastic Land-5
  • Plastic Land-7
  • Plastic Land-8

PLASTIC MARKET

  • Installazione - Plastic Market_-5
  • Installazione - Plastic Market_-4
  • Installazione - Plastic Market_-3
  • Installazione - Plastic Market_-2
  • Installazione - Plastic Market_

PLASTIC PLANET

Plastic Planet è un opera composta da tre installazioni: Plastic Sea, Plastic Land e Plastic Market, con la quale l’artista usa la plastica come materiale protagonista di un’opera con un forte accento ecologista, attacca il consumismo e gli effetti perversi che l’uso indiscriminato del materiale plastico ha nell’ambiente e nell’essere umano. Ciascuna installazione è un micro mondo originato a partire dalla sua riflessione degli effetti secondari della plastica nella terra. Plastic Sea è composta da plastica raccolta dall’artista in spiaggia e assemblata all’interno di una rete usata per la pesca a strascico con una dimensione di 2,50 metri e lungo 7 metri. Plastic Land è creata da un bosco di bonsai sofferenti, feriti dalla morte, che emergono da un tumulo di terra contaminata di plastica che difficilmente puo separarsi dal materiale invasore. Plastic Market anticipa l’installazione precedente e riproduce un mercato di alimenti. Con queste installazioni. L’artista cominciò con Plastica Planet nel 2017, come un processo sperimentale estetico inspirato nella relazione che l’uomo stabilisce con la natura. L’artista ha trovato nell’installazione un formato adeguato ai suoi fini artistici: “Mi da la possibilità di creare una realtà parallela. Durante la mostra mi piace far vivere alle persone una vera e propria esperienza, così come introdurre lo spettatore nel mio scenario. Una volta immersi nel mio mondo, lo spettatore diviene parte dell’opera e si trasforma in un testimone della mia riflessione”.